Le opere di Giacomelli esposte al Palazzo Ducale della citta' di Zara.
La mostra fotografica inaugurata martedi' 15 aprile

Facendo riscontro alla richiesta di collaborazione recentemente pervenuta al Musinf da parte del presidente della Contea di Zara, Stipe Zrilic, il sindaco Maurizio Mangialardi e l'assessore alla cultura Stefano Schiavoni, in sintonia con la Regione Marche, hanno dato il via all'evento espositivo che si terra' nel restaurato Palazzo Ducale di Zara, nell'ambito delle attivita' europee della Macroregione Adriatico Jonica.
Il prestigioso evento riguarda l'inaugurazione della mostra "Mario Giacomelli, sotto la pelle del reale", che avra' luogo il 15 aprile a Zara. Nell'incontro di venerdý 11 aprile al Musinf, il prof. Bugatti ha riferito agli allievi del corso di fotogiornalismo, che Katiuscia Giacomelli Biondi, autrice del libro "Sotto la pelle del reale", edito da Il Sole 24 Ore, e' gia' a Zara da qualche giorno e sta realizzando l'allestimento dell'itinerario espositivo nel Palazzo Ducale di quella citta'.
"Nella mostra al Palazzo Ducale di Zara", ha spiegato il prof. Bugatti, "saranno esposte le fotografie di Mario Giacomelli, che erano state oggetto della ricerca critica ed estetica di Katiuscia Biondi, che e' una giovane studiosa, che ha saputo mettere in luce gli aspetti sperimentali, sinora poco conosciuti, della fotografia di Mario Giacomelli".
Si tratta di una ricerca, che era stata segnalata da Achille Bonito Oliva e presentata a Senigallia negli "Incontri di fotografia", che erano stati seguiti da importanti personalita' del mondo artistico, come Enzo Cucchi, Philippe Daverio e Antonella Russo. Lo scambio culturale con Zara prevede che a Senigallia il Musinf allestira' nei prossimi mesi una importante mostra del fotografo Ante Brkan, che e' stato uno dei protagonisti della fotografia croata del Novecento.
Ante Brkan e' nato nel 1918 e morto a Zara nel 2004. Fotoreporter del Narodni List, e' stato il fondatore della Scuola fotografica di Zara. Noti agli appassionati di fotografia sono i ritratti del regista Alfred Hitchcock, scattati da Ante Brkan. Ha esordito esponendo con il fratello Zvonimir, anche lui un fotografo, che ha raggiunto fama internazionale. Varie sono le pubblicazioni dedicate alla fotografia dei fratelli Brkan. Le loro fotografie si trovano in raccolte museali.
L'assessore Stefano Schiavoni sara' a Zara il giorno 15 per rappresentare Senigallia, in occasione dell'apertura della mostra di Giacomelli curata da Katiuscia Biondi, che costituisce un nuovo omaggio ed un nuovo contributo allo studio della vasta opera del grande maestro della fotografia senigalliese, considerato uno dei grandi della fotografia mondiale. La prossima mostra di Ante Brkan arricchisce la previsione del calendario espositivo sengalliese, che gia' a livello internazionale, nei programmi di Senigallia Citta' della fotografia, comprende la mostra di Leo Matiz.
Di questi giorni e' la notizia che il sindaco di Senigallia, Maurizio Mangialardi, invitato da Alejandra Matiz, direttrice della fondazione Matiz e accolto dalla direttrice delle scuderie del Quirinale, ha visitato la mostra dedicata a Frida Khalo. Mostra nella quale figura la storica suite di foto scattata da Leo Matiz all'artista messicana, che sara' esposta alla Rocca Roveresca di Senigallia in agosto, insieme ad una vasta selezione degli scatti, che hanno reso celebre la fotografia di Leo Matiz.
Con Alejandra Matiz il Musinf ha avviato una collaborazione, che prevede l'ingresso nella raccolta della Fondazione Matiz di suite fotografiche di fotografi di rilievo come Lorenzo Cicconi Massi e Benedetto Trani. Gia' entrata da alcuni mesi nella raccolta della Fondazione Leo Matiz Ŕ una una suite di fotografie umanitarie di Giorgio Pegoli, di cui e' prevista una mostra a Citta' del Messico.
15 aprile 2014
 
Eventi